ULYSSEUS PARTNERS’ SHORT COURSES – APPLY  NOW!

L’avvio di RADAR, Osservatorio di Ulysseus: una inziativa univa e innovativa per le Università Europee

Members ar Radar meeting
I componenti dell’Osservatorio RADAR si sono incontrati per presentare la squadra, l’obiettivo dell’osservatorio, il modello di lavoro, nonché stabilire le priorità di intervento e i passi da intraprendere nell’immediato futuro.

Il kick off meeting di RADAR, l’Osservatorio di Ulysseus, si è tenuto il 19 Novembre 2021, dopo un incontro tra i rappresentanti delle sei Università partner dell’Università Europea Ulyssesus— la Universidad de Sevilla (Spagna), l’Università di Genova (Italy), Université Côte d’Azur (Francia), la Technical University di Košice (Slovacchia), MCI | The Entrepreneurial School® (Austria), e la Haaga-Helia University of Applied Sciences (Finlandia).

“RADAR è l’Osservatorio di Ulysseus per un accurato follow up, per la gestione del rischio e i necessari adeguamenti dell’Università Europea Ulysseus” – ha detto Carmen Vargas, Coordinatore Generale di Ulysseus. “E’ anche una iniziativa unica e innovativa per le Università Europee oltre che rappresentare per Ulysseys una struttura di riferimento e uno strumento di previsione e osservazione dei cambiamenti di breve e lungo termine nell’economia, nella società, nel mercato del lavoro, delle nuove capacità e competenze”, ha spiegato.

RADAR monitorerà e raccoglierà informazioni sui trend, inclusa la politica di monitoraggio da parte delle Direzioni Generali della Commissione Europea per l’Istruzione e la Cultura e per la Ricerca e Innovazione (rispettivamente DG EAC e DG RTD) al fine di assicurare che Ulysseus si adatti ai processi dello stato dell’arte e incrementi la sua capacità di trasformazione e di impatto.

La squadra di RADAR

RADAR riunisce 12 esperti universitari, provenienti da diversi settori (pedagogia, sociologia, tecnologia, economia). Insieme valuteranno, internamente, i progressi di Ulysseus.

Scelti dal Consiglio Governativo insieme con il Coordinatore Generale, questi esperti valuteranno i progressi di Ulysseus, usando un ampio spettro di strumenti qualitativi, ivi compresi piani di azione, piani annuali, relazioni, specificanti gli indicatori quantitativi delle attività su piattaforma digitale, il sondaggio on line annuale e il report annuale sulla disseminazione di Ulysseus.

Gli obiettivi dell’Osservatorio

L’Osservatorio RADAR stimerà gli obiettivi e la produzione di Ulysseus considerando trends e politiche globali, comunitarie, nazionali, regionali e locali e adattando conseguentemente Ulyssesus. Ciò comprende anche i documenti sulla politica futura riferita alee Aree di Istruzione e Ricerca Europee (Strategia Europea per le Università), la Nuova Agenda per le Competenze per l’Europa, il Piano d’Azione Europeo per l’Istruzione Digitale, la Carta Europea dei Diritti Fondamentali, il Green Deal europeo, il futuro Libro Bianco sull’Intelligenza Artificiale, i programmi Erasmus+ e Horizon Europe, nonché, tra gli altri, i piani strategici RIS3 per le città.

Selezione di tematiche

Durante l’incontro, i componenti dell’Osservatorio RADAR hanno selezionato una gamma di tematiche prioritarie sulle quali lavorare e per le quali stabilire i prossimi passi. Tra esse, la distribuzione di un report annuale con un’approfondita disamina sui progressi compiuti dalla vision congiunta di Ulysseus, con le misure di miglioramento per l’International Advisory Board. Il Board farà una valutazione finale per il Consiglio Governativo, proponendo nuove attività per Ulysseus. Inoltre RADAR fornirà supporto anche per elaborare un nuovo Piano d’Azione, a cadenza triennale.

Su Ulysseus

Ulysseus è una delle 41 Universià Europee selezionate dalla Commissione Europea per diventare le università del futuro, Coordinato dall’Universidad de Sevilla e con la partecipazione di altri cinque atenei europei (Università di Genova, Italia, Université Côte d’Azur, Francia; Technical University of Košice, Slovacchia; MCI | The Entrepreneurial School®, Austria e Haaga-Helia University of Applied Sciences, Finlandia), il progetto consentirà a studenti, ricercatori e laureati di muoversi liberamente tra le università, svolgere tirocini in aziende e avviare progetti di ricerca ad alto impatto